CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come aprire un negozio di abbigliamento online

come aprire un negozio online di abbigliamento

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su pinterest

L’Italia, si sa, è la patria della moda. Il comparto tessile italiano (che include abbigliamento, pelletteria e calzature) muove un rilevante volume d’affari, con un’ampia produzione esportata in tutto il mondo, oltre a rappresentare un grande richiamo per il turismo internazionale grazie ai numerosissimi marchi fashion che riempiono le vie delle nostre città: chi non ama fare una passeggiata tra le vetrine di grandi e piccoli brands?

Eppure, oggi, la vendita di abbigliamento in Italia va ben oltre le classiche vie dello shopping: sempre più appassionati di moda decidono di aprire un negozio di abbigliamento online, motivati dalla crescente facilità con cui è possibile aprire un e-commerce senza imbattersi in costi elevati

Che tu sia il proprietario di un negozio tradizionale che desidera ampliare la propria visibilità attraverso un e-commerce o un fashion victim che vuole dedicarsi esclusivamente al commercio online di abbigliamento, sicuramente ti starai interrogando su come aprire un negozio online di abbigliamento e, soprattutto, su quanto costa aprire un negozio di abbigliamento online.

In entrambi i casi, non perderti questo articolo poiché ti spiegheremo in dettaglio tutti gli step da seguire per aprire un negozio online di successo.

Sappiamo che avere un negozio tradizionale oggi può non essere sufficiente a mantenere un alto volume di vendite: bisogna incrementare la visibilità e il numero di clienti per stare al passo con la competenza e i cambiamenti del mercato. È molto importante, quindi, affiancare un negozio online a un negozio fisico esistente; se non ne sei ancora del tutto convinto, scopri 6 Motivi per cui dovresti avere un negozio online.

Indipendentemente dal fatto che tu abbia già un negozio offline o che ti stia avventurando per la prima volta nel mondo delle vendite, prima di aprire un-e commerce di abbigliamento devi porti alcune questioni. Non si tratta soltanto di scegliere i migliori prodotti da vendere e trovare i migliori fornitori con cui collaborare; bisogna fare una pianificazione accurata del negozio online per prevedere i costi da affrontare e la loro sostenibilità nel tempo.

passi per aprire un ecommerce

Un buon trucco per sondare il mercato, scegliere i capi da vendere ed iniziare a definire il tuo potenziale target è quello di iniziare a vendere online sui marketplaces o tramite un temporary shop. Iniziare a vendere capi di abbigliamento online in maniera soft ti permetterà di valutare la situazione di partenza, studiare la concorrenza e definire punti di forza e debolezza del tuo catalogo.

Primi passi per aprire un negozio online di abbigliamento 

Come aprire un ecommerce di abbigliamento di successo

Dopo aver chiarito con il tuo commercialista tutti i tramiti burocratici e fiscali necessari per aprire un negozio di abbigliamento online, lo step successivo consiste nella scelta della giusta piattaforma web per il tuo ecommerce di abbigliamento. Si tratta del passaggio più delicato e apparentemente più costoso del processo. Per fortuna, però, sul mercato esistono anche soluzioni valide ed economiche. Un esempio è Vetrina Live, una piattaforma di e-commerce italiano che ti consente di aprire un negozio online in pochi minuti e che può essere tua ad un prezzo davvero competitivo grazie alla Promozione Lifetime valida ancora per poco tempo. 

Di seguito, altri elementi che meritano un’adeguata attenzione e pianificazione per la corretta gestione del tuo negozio online. 

Spedizioni

Velocità e costo delle spedizioni sono aspetti fondamentali per offrire all’utente un’esperienza di acquisto positiva, per cui è importante riuscire a ottenere accordi vantaggiosi con i corrieri per le spedizioni.

Fornitori

Qualunque merce tu decida di vendere, la scelta di fornitori seri ed affidabili è importantissima. Se pensi di aprire un e-commerce di abbigliamento, puoi consultare previamente la lista dei principali fornitori di abbigliamento e accessori che offrono servizio di dropshipping in Italia. 

Inventario e magazzino

Se opti per un sistema di vendite in dropshipping, il problema è presto risolto; in caso contrario dovrai assicurarti di avere le capacità e gli strumenti necessari per gestire l’inventario e il magazzino, come un software specializzato nella gestione di negozi online di abbigliamento.

Come aprire un negozio di abbigliamento online di successo

I passi fin qui analizzati ci aiutano a capire come aprire un e-commerce in generale; adesso, invece, vediamo come aprire un negozio di abbigliamento online destinato ad avere successo.

1. Studia la concorrenza 

come aprire negozio online

Uno degli aspetti più importanti da valutare quando si deve aprire un negozio di abbigliamento online, è l’analisi della concorrenza. In base ai capi di abbigliamento che intendi vendere, studia i tuoi competitor, le loro strategie di vendita e di marketing, scopri i loro punti di forza, ma anche i punti di debolezza da usare a tuo vantaggio. Detto ciò, cerca di differenziarti, di offrire prezzi competitivi e puntare su promozioni personalizzate e offerte, ma anche su servizi aggiuntivi come consegne low cost o in tempi rapidi.

2. Identifica la tua nicchia di mercato 

Poiché non sei un grande magazzino o una catena internazionale di moda, non puoi pensare di vendere abbigliamento online ad una clientela illimitata. Per questo motivo, devi assolutamente identificare con precisione la tua nicchia di mercato, specializzarti e distinguerti in essa. Più ristretto è il tuo target group, maggiori possibilità avrai di posizionarti nel mercato ed eccellere. Inoltre, aver chiaro chi/come sono i tuoi potenziali clienti, ti aiuterà nello step successivo: capire cosa vendere online.

3. Crea il tuo catalogo online di abbigliamento

quanto costa aprire ecommerce di abbigliamento

Una volta identificati il segmento di mercato e la merce da vendere, prima di aprire un negozio di abbigliamento online devi organizzare il tuo campionario nella maniera più chiara possibile dividendolo per categorie di prodotto. Ricorda che la navigazione all’interno del tuo ecommerce deve sostituire la visita a un negozio fisico, per cui il catalogo deve essere ben navigabile, con filtri per la navigazione più dettagliati possibili e puntare molto sui contenuti, ovvero testi e immagini. Crea una vetrina con descrizioni accurate e originali per ogni prodotto indicando taglia, modello, materiali usati, colori disponibili, vestibilità e tutte quelle informazioni che si chiederebbero ad un commesso in un negozio fisico. Importantissimo: sul web spesso le immagini contano più delle parole, per cui ti consigliamo di utilizzare, per ciascun capo di abbigliamento, fotografie fatte da angolazioni diverse, e magari un plugin o un’app che consenta di zoomare sul capo e che dia la possibilità di vederlo in varie colorazioni.

4. Posiziona il tuo marchio e fidelizza la clientela

quanto costa aprire un ecommerce di abbigliamento

Per poter ottenere buoni risultati con il tuo negozio online di abbigliamento, devi posizionare il marchio e fidelizzare i tuoi clienti. Se sei stato bravo ad identificare la tua nicchia di mercato, sarà semplice capire quali capi vendere. Non avrai quindi un catalogo dove si trova di tutto e di più, ma delle categorie precise di prodotti per uno specifico target. Tuttavia, un catalogo ben organizzato da solo non basta: devi offrire qualche cosa che ti differenzi dalla concorrenza. Può essere una differenza a livello di prodotto, di prezzo, oppure potresti offrire un supporto post vendita superiore alla concorrenza. Insomma, devi trovare qualche cosa che ti differenzi e rispondere alla seguente domanda: “Perché dovrei comprare proprio da te?”. Solo quando avrai risposto in maniera convincente avrai un vantaggio competitivo che ti permetterà di posizionare il tuo marchio e fidelizzare la clientela.

5. Definisci costi di spedizione e politiche di reso

Quando si tratta di aprire un negozio di abbigliamento online, la velocità e i costi di spedizione insieme alla possibilità di reso gratuito sono degli elementi imprescindibili. L’opzione ideale è quella di offrire la consegna gratuita; qualora non fosse possibile, è sempre bene specificare l’esistenza di spese aggiuntive legate a tasse e spedizioni che potrebbero influire sul costo finale del capo di abbigliamento. Inoltre la consegna dovrebbe essere super veloce (preferibilmente entro 48 ore), per evitare che gli utenti continuino a navigare sul web e annullino l’ordine sul tuo e-shop per completare l’acquisto altrove.

aprire negozio online

Un altro punto essenziale è descrivere bene la politica di reso del tuo ecommerce di abbigliamento specificando eventuali costi, modalità e tempi di restituzione. Ancora una volta, l’ideale è offrire il reso gratuito per invogliare l’utente ad acquistare e provare il capo comodamente in casa.

6. Investi in marketing e comunicazione 

Il marketing e la comunicazione sono punti essenziali per ogni strategia di vendita on-line vincente. I social network rappresentano uno strumento importantissimo in tal senso: crea la tua pagina, pubblicizza le tue offerte e collega la fan page al tuo e-commerce. Oltre ad essere attivo sui social, partecipa alle discussioni sui blog di moda e lifestyle oppure apri un tuo blog dove dare consigli di moda in maniera costante e dove tenere informati i tuoi clienti: se dimostrerai di essere un esperto del settore, guadagnerai autorevolezza e potresti attirare molto più facilmente nuovi clienti al tuo negozio online di abbigliamento. Infine, ricorda sempre di usare immagini di alta qualità e buona risoluzione tanto sui social media che sul blog! Se sei alla ricerca di immagini gratis per il tuo ecommerce di abbigliamento puoi dare un’occhiata a questo articolo.

Conclusioni

Speriamo che dopo questa lettura ti sia più chiaro come aprire un negozio online di successo. Nell’articolo abbiamo visto che, come per ogni attività commerciale, anche aprire un e-commerce di abbigliamento richiede alcuni step essenziali come lo studio del mercato e della concorrenza, la ricerca di buoni fornitori, l’identificazione dei migliori canali di vendita e un adeguato investimento in marketing e comunicazione. A ciò si aggiungono l’intuizione personale, la capacità di gestione e la creatività di chi decide di aprire un e-shop, tutti elementi che contribuiscono al successo tanto di un negozio online che offline. 

Adesso che ti sei fatto un’idea di quanto costa aprire un negozio di abbigliamento online, non ti rimane che seguire i consigli che ti abbiamo dato, aprire un e-commerce con Vetrina Live, creare il tuo catalogo di prodotti e iniziare a vendere online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi risorse gratuite per migliorare la vendita della tua attività.

Chiara Crisci

Chiara Crisci

Persona estremamente curiosa e appassionata di viaggi, Chiara è una traduttrice di formazione e imprenditrice per vocazione che scrive a tempo pieno per Vetrina Live.

Potrebbe interessarti anche

Sign up to Vetrina Live

Privacy e Cookie Policy Venditore

Privacy e Cookie Policy di NOME VETRINA

Questo documento descrive le modalità di trattamento dei dati personali degli utenti che visitano il sito Internet www.URLVETRINA.it. Trattasi, pertanto, di una informativa resa anche ai sensi dell’art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 – Regolamento generale sulla protezione dei dati  (“GDPR”) – per chi semplicemente naviga il sito e per gli utenti che inviano spontaneamente comunicazioni ai recapiti di contatto di Privacy.it resi pubblici nel sito.

Titolare del trattamento

Titolare del trattamento dei dati personali è il NOME VETRINA con sede in INDIRIZZO VETRINA.

Luogo di trattamento dei dati – Soggetti che possono trattarli o accedervi – Destinatari

I trattamenti connessi ai servizi web offerti da questo sito (fisicamente posto in hosting sul territorio dell’Unione Europea) sono effettuati presso la sede del Titolare del trattamento e sono curati solo da personale autorizzato al loro trattamento. Occasionalmente, potrà essere consentito a terzi fornitori l’accesso temporaneo alle memorie del sito per esclusivi motivi di assistenza tecnica, nel rispetto delle prescrizioni di legge e sotto la sorveglianza del Titolare. I dati non sono comunicati all’estero.

Oltre a ciò, nessun dato derivante dall’interazione con il sito viene comunicato a terzi o diffuso.

Tipologia di dati trattati

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.

Saranno raccolti i dati di navigazione esclusivamente nell’interesse legittimo di permettere all’utente la fruizione dei contenuti pubblicati sui siti Internet del Titolare ed una loro corretta amministrazione e gestione. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati in questione potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di eventuali reati informatici ai danni del nostro sito: salva questa eventualità, in genere i dati sui contatti web non vengono conservati per più di sette giorni.

Cookies

Il portale utilizza solo Cookie tecnici che sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito. Comprendono i cookie persistenti e i cookie di sessione e, in assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Per questo motivo tali cookie vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall’utente. Il portale utilizza altresì cookie analitici per i quali non è prevista alcuna manifestazione di consenso.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica o messaggistica istantanea (ad es. Whatsapp) agli indirizzi e-mail e numeri di telefono di NOME VETRINA indicati su questo sito, comporta per sua stessa natura la successiva acquisizione dell’indirizzo e-mail e del numero di telefono del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Le basi giuridiche del trattamento sono, pertanto, il legittimo interesse del Titolare di rispondere alle comunicazioni pervenute o la necessità di evadere richieste precontrattuali avanzate dall’interessato. I dati saranno conservati per il tempo necessario a soddisfare eventuali richieste del mittente o questioni ivi sottoposte al Titolare e, comunque, per il tempo imposto da specifiche disposizioni di legge. Il mittente ha comunque, bene ricordarlo, il diritto di chiedere la cancellazione degli stessi secondo le modalità, condizioni e limiti previsti dall’art. 17 del GDPR.

Invitiamo i nostri utenti a non inviare nelle loro comunicazioni nominativi o altri dati personali di soggetti terzi che non siano strettamente necessari; ben più opportuno appare, invece, l’uso di nomi di fantasia.

Facoltatività del conferimento dei dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire spontaneamente dati personali per richiedere informazioni o servizi. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Raccolta dei dati e Finalità del trattamento

I dati saranno raccolti senza il Suo espresso consenso (secondo art. 6.1 lett. b), G.D.P.R.) e saranno utilizzati per la finalità di vendita di prodotti. I dati raccolti sono necessari al completamento del servizio desiderato per cui il mancato conferimento dei dati comporterà i mancato svolgimento del servizio.

Modalità del trattamento

I dati personali raccolti sono trattati dal titolare del trattamento e dai responsabili nominati per il corretto adempimento del servizio richiesto. Il trattamento dei dati avviene tramite strumenti elettronici e archivi cartacei adottando misure di sicurezza atte a garantire la riservatezza dei dati personali e ad evitare indebiti accessi a soggetti non autorizzati.

Conservazione dei dati

Il Titolare tratterà i dati personali per il tempo necessario ad adempiere alle finalità di natura contrattuale e anche per i fini di natura contabile e fiscale e comunque per non oltre 2 anni dalla cessazione del rapporto contrattuale.

Diritti degli interessati

Ai sensi degli articoli 15 e seguenti del GDPR, l’utente ha il diritto di chiedere in qualunque momento, l’accesso ai suoi dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi, la limitazione del trattamento nei casi previsti dall’art. 18 del Regolamento, ottenere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati che lo riguardano, nei casi previsti dall’art. 20 del GDPR. In ogni momento, l’utente può revocare ex art. 7 del GDPR il consenso prestato (laddove il consenso sia stato richiesto); proporre reclamo all’autorità di controllo competente ex art. 77 del GDPR (Garante per la Protezione dei Dati Personali), qualora ritenga che il trattamento dei suoi dati sia contrario alla normativa in vigore.

L’utente può, inoltre, formulare una richiesta di opposizione al trattamento dei suoi dati personali ex art. 21 del GDPR nella quale dare evidenza delle ragioni che giustifichino l’opposizione: il Titolare si riserva di valutare l’istanza, che potrebbe non essere accettata laddove sussistano obblighi o motivi legittimi prevalenti sugli interessi, diritti e libertà dell’utente e che impongano o giustifichino la prosecuzione del trattamento.

Le richieste inerenti l’esercizio dei summenzionati diritti devono essere rivolte all’attenzione di NOME VETRINA con sede in INDIRIZZO VETRINA oppure all’indirizzo e-mail: [email protected]

Aggiornamenti della presente Privacy e Cookie Policy

Le notizie qui rese possono essere soggette a revisione.

Gli utenti sono cortesemente invitati a visitare periodicamente la presente Policy di modo da essere costantemente aggiornati sulle caratteristiche del trattamento.